Un inverno rilassante a Rio de Janeiro

Rilassarsi d’inverno a Rio de Janeiro

Un po’ di storia, prima di immergersi al sole di Rio

Quale migliore idea, durante i freddi inverni italiani, di partire per una meta calda, esotica e piena di vita? Rio de Janeiro, città simbolo del Brasile, il più vasto stato del sudamerica, è decisamente indicata per prendersi una pausa dai maglioni e sfoggiare il costume da bagno. Affascinante, viva, colorata, festosa. Questa immensa metropoli si affaccia sull’oceano Atlantico ed è posizionata sul versante occidentale della Baia di Guanabara. Il territorio su cui sorge, in principio fu abitata degli Indios e, successivamente, scoperta nel 1502 da una spedizione portoghese, a cui prese parte anche Amerigo Vespucci. 

Fondazione

La città fu fondata nel 1595 e gli indigeni soprannominarono “carioca” i conquistatori, che significa “uomo bianco”. Continuò a essere considerata una capitale coloniale fino al 1822, quando venne dichiarata l’indipendenza del Brasile dal Portogallo. Nel 1889, fu istituita la repubblica e, all’epoca, Rio de Janeiro si trovava ad essere ancora la capitale brasiliana. Nel 1960, però, la capitale venne spostata a Brasilia; nonostante ciò, Rio de Janeiro resta tutt’oggi forse la città più famosa del Brasile. Recentemente, nel 2016, è stata protagonista delle Olimpiadi. Città dalle mille contraddizioni, tra modernità e tradizione, tra lusso sfrenato e povertà, tra grattacieli e favelas, Rio de Janeiro racchiude un concentrato di umanità da scoprire in tutte le sue sfumature.

Cosa vedere a Rio de Janeiro in inverno

La città di Rio de Janeiro è ricca di cose da fare e da scoprire, ma quello vi colpirà più è l’atmosfera magica che la pervade. I profumi, i colori, il vociare delle persone, il suono dell’oceano e della musica carioca che si irradia tra le sue strade rendono questa località affascinante come poche al mondo. Le temperature nei mesi tra Dicembre e Marzo oscillano tra massime di 33°C gradi e minime di 22°C, clima ideale per apprezzare ogni attrattiva di Rio, comprese le sue ben 70 spiagge. Tra le più belle e famose consigliamo Arpoador, dove ammirare uno dei più bei tramonti sull’oceano, Ipanema, forse la spiaggia più affascinante, grazie anche al celebre brano di bossanova che la rese nota, e Copacabana, fulcro degli eventi di Rio, tra cui i grandi festeggiamenti del Capodanno. 

Amanti della natura

Per gli amanti della natura e del trekking, consiglio una giornata nel cuore del Parco Nazionale Tijuca, alle spalle di Rio. Questa perla verde comprende cascate, sentieri, punti panoramici, la straordinaria formazione rocciosa della Pedra de Gaeva e la famosissima statua del Cristo Redentore, che svetta sulla città. 

L’imponente monumento simbolo di Rio è raggiungibile con un comodo trenino. 

Assolutamente da non perdere

Da non perdere assolutamente anche una visita al Pan di Zucchero, a cui si può accedere con la funivia che parte direttamente dalla incantevole spiaggia di Vermelha e da cui godrete di un panorama mozzafiato.

Tornando in città potrete ammirare la variopinta Scalinata dell’artista Jorge Selarón, o fare un giro sullo storico Tram Santa Teresa oppure ancora visitando il Sambodromo. Il tour può continuare alla volta dello stadio Maracanã e concludersi davanti a un bel piatto di churrasco, ossia carne alla griglia accompagnata da riso e fagioli, in uno degli innumerevoli ristoranti alla moda di questa meravigliosa città.

Esperienze uniche

Ma l’esperienza più unica e indimenticabile che potrete vivere a Rio de Janeiro nella stagione invernale è senza ombra di dubbio quella di visitarla durante il suo celebre e coloratissimo Carnevale, il samba e i costumi piumati vi travolgeranno.


Dove soggiornare a Rio de Janeiro

L’immensità dell’estensione di Rio de Janeiro, consente ai visitatori di trovare un’ampia gamma di scelta riguardo le tipologie di sistemazione per pernottare in questa città. E’ facile trovare degli alloggi da sogno a prezzi molto convenienti.

  • l’Hotel Grand Mercure offre camere extralusso a prezzi abbordabili. Soggiornando presso questo hotel avrete a disposizione anche piscina all’aperto, centro fitness con palestra, sauna e servizio lavanderia, il tutto soggiornando in una camera affacciata direttamente sulla spiaggia di Copacabana. 
  • Il Petit Rio Hotel, più economico,con la sua struttura moderna e ben curata, dispone di camere dotate di ogni comfort a prezzi molto accessibili. 
  • A chi preferisce una posizione fuori dal turbinio di Copacabana, si consiglia invece Casa Marques, dalla cui piscina potrete godere di un panorama unico, esattamente come nelle più classiche fotografie che ritraggono Rio.
  •  Altra bellissima alternativa è Casa Geranio, anch’essa con piscina e un’atmosfera rilassante ed esclusiva. Si trova proprio nei pressi della Scalinata di Jorge Selarón, poco distante dal centro di Rio. 
  • Per invece chi ama i viaggi all’avventura, dal 2003 c’è anche il Favelinha Hostel, un ostello sito nella favela più bella e tranquilla di Rio, a prezzi ultra economici, adatto ai giramondo zaino in spalla. Dall’alto della sua terrazza si ammira il Pan di Zucchero in lontananza e tutta la Baia di Guanabara. 
  • A prezzi lievemente maggiori c’è il Central Hostel Rio, con parcheggio privato e una moltitudine di giovani ospiti provenienti da tutto il mondo.
  • Lasciando Rio de Janeiro, sappiate che spesso si riparte verso casa con addosso quella inspiegabile sensazione, simile a una malinconica nostalgia, che qui chiamano saudade.


Conoscevate Saulkrasti, in Lettonia?

Se si decide di trascorrere un periodo di vacanza in Lettonia, una meta che è assolutamente imperdibile è la città di Saulkrasti, nella regione della Livonia che si affaccia sul mar Baltico.

Partiamo insieme alla sua scoperta e vediamo perché conviene visitare questa città.

Dove si trova Saulkrasti

Questa splendida cittadina si trova a circa 50 chilometri dalla capitale lettone Riga, sulla costa orientale dell’omonimo golfo. Il territorio si caratterizza innanzitutto per la presenza del parco naturale Piejūra all’interno del quale si trova la tipica vegetazione dei paesi scandinavi. La parte costiera presenta un litorale lungo oltre 15 chilometri dove si alterna un lungomare caratterizzato da sabbia bianca ad una parte rocciosa e frastagliata. Dalla costa è possibile ammirare alcuni dei tramonti più belli dell’intero globo terrestre.

Brevi cenni storici su Saulkrasti

Questa città non ha particolari notizie storiche di rilievo. Quello che è certo è che si è fin dall’inizio distinta per la sua inclinazione al turismo e la prova ne è che i primi cottage utilizzati come residenza estiva per i turisti risalgono agli inizi del XIX secolo.

Perché trascorrere le vacanza a Saulkrasti

Come abbiamo già accennato, una delle principali attrattive della città è la lunga fascia costiera dove è possibile bagnarsi sia su una spiaggia sabbiosa sia sul litorale roccioso. Proprio lungo quest’ultima, non si può non andare ad ammirare la White Dune, una duna alta 18 metri dalla quale è possibile ammrare tutto il golfo di Riga. Nella sua diretta prossimità, si trova un’interessante sentiero che si snoda all’interno della foresta per circa 4 chilometri.
Gli appassionati di ciclismo non possono non visitare il Museo della Bicicletta che oltre a esporre la collezione di bici più antiche della Lettonia, oltre che la più fornita di tutti i paesi baltici. Questa mostra mette in evidenza l’evoluzione di questo mezzo di trasporto nel corso degli anni.
Uno dei luoghi migliori dove potersi rilassare in completa tranquillità è rappresentato dal Seaside Park, un parco completo dove poter praticare attività sportiva utilizzando le relative attrezzature, passeggiare all’aperto, godersi i tramonti sdraiati su un comodo lettino.
Nelle giornate calde d’estate, è possibile noleggiare una tavoletta SUP e dedicarsi al jet-sky. Quando invece soffia il vento, gli amanti del windsurf possono dedicarsi a questa pratica sportica. I parchi e i sentieri all’interno della vegetazione permettono anche di effettuare delle eccezionali passeggiate sia a piedi che a cavallo.
Ogni anno a Saulkrasti viene anche organizzato il festival di jazz “Saulkrasti Jazz” nel quale si esibiscono non solo gli artisti lettoni e dei paesi baltici ma anche artisti stranieri di tutto il mondo.

Dove dormire a Saulkrasti

Essendo una città a tipica vocazione turistica, sono presenti diverse strutture ricettive pronte a soddisfare le esigenze dei diversi segmenti di clientela.
Il Pine Resort si trova ad appena 500 metri dalla White Dune e rappresenta la soluzione ideale per chi vuole passare le vacanze al mare. Sempre in prossimità della spiaggia, segnaliamo il Saules Club Apart Hotel, una soluzione dove è possibile fittare un appartamento con ristorazione indipendente e con camere ampie e spaziose. A 100 metri dal mare troviamo Apartments Melnalkšņi che sorge però in una zona boschiva, in modo da assicurare relax e tranquillità. A 7 chilometri dalla città si trova l’accogliente Villa Neubad, una dimora che permette di soggiornare in una zona traquilla, lontana dal caos cittadino, senza però rinunciare alle comodità.

Kyoto, Giappone, un esperienza incredibile

Il Giappone è una delle realtà che maggiormente affascina i turisti provenienti da ogni parte del mondo per la sua storia e le sue tradizioni millenarie. Tra le città storicamente più importanti vi è sicuramente Kyoto.

Località che molti conoscono per essere stata il luogo in cui è stato firmato il famoso accordo a tutela dell’ambiente, sul finire degli anni ’90 del secolo scorso.

Kyoto: dove si trova e qualche cenno sulla sua storia

Da un punto di vista geografico Kyoto si trova nella regione del Kansai e precisamente nell’isola di Honshu. Oggi è giustamente considerata la capitale culturale del Sol Levante e questo non solo perché fino al 1868 è stata la sua capitale, ma anche per la presenza di più di 1000 edifici di culto. Il suo nome ricorda ancora oggi a tutti i giapponesi la sua importanza, perché le sillabe che formano il suo nome, in lingua nipponica stanno ad indicare il termine “capitale”. I primi insediamenti nell’area in cui oggi sorge Kyoto sono risalenti al VII secolo e nel 794 andò a sostituire Nara come capitale del Giappone, ruolo che ebbe fino al 1868, anno in cui Tokyo andò a ricoprire questo importante ruolo. Da un punto di vista storico, tra le vicende più importanti riguardanti Kyoto, va ricordata la distruzione alla quale venne sottoposta nel XV secolo: tale evento è alla base del motivo per cui gli edifici più risalenti che oggi vi si possono trovare risalgono al 1600. Nel corso della Seconda Guerra Mondiale Kyoto venne incredibilmente risparmiata dai bombardamenti degli Alleati ed oggi è una delle città più belle di tutto il Giappone.

Cosa vedere in un viaggio a Kyoto?

Kyoto oggi conta circa un milione e mezzo di abitanti ed è considerata giustamente la culla della cultura giapponese: basti pensare che è in questa realtà che è nata la nota cerimonia del thè ed anche l’arte dell’ikebana, ovvero la disposizione dei fiori. Nel corso di una vacanza in Giappone vale la pena dedicare qualche giorno alla scoperta di Kyoto, che ha davvero molto da offrire sotto diversi punti di vista. Il primo luogo da vedere per cogliere appieno l’essenza della città potrebbe essere il Nishiki Market, un mercato alimentare tra i più antichi non solo di tutto il Giappone, ma di tutto il mondo. Visitarlo è possibile e per nulla difficoltoso anche nei non rari giorni di pioggia, perché è costruito interamente al coperto. Sfruttando l’ottimo sistema di trasporto pubblico di Kyoto ci si può recare a Higashiyama, quartiere che contribuirà a rendere la propria esperienza a Kyoto davvero incredibile. Questo è il quartiere dove si può davvero toccare con mano quella che era la Kyoto di un tempo, con case e negozi in legno grazie a cui ci si sente davvero trasportati indietro nel tempo. Qui si trova il Tempio Kiyomizudera: si tratta di uno dei templi più importanti di tutto il Giappone e dalla sua terrazza più alta si può godere di una splendida vista su quasi tutta la città. Durante la vista al tempio si ha anche la possibilità di bere l’acqua della cascata Otowa, che si trova nelle vicinanze: secondo la tradizione abbeverarsi qui garantisce fortuna e saggezza. Sempre parlando di luoghi di culto, vale la pena dedicare del tempo al Kodaiji: questo tempio venne edificato all’inizio del 1600 e la sua costruzione avvenne per onorare la memoria di colui che unificò il Sol Levante, ovvero Toyotomi Hideyoshi. Recandosi nel quartiere GION si potrà invece trovare il Kenninji: le fonti storiche ufficiali lo accreditano come il tempio buddista Zen più antico della città e la sua costruzione si deve a colui che ha portato in Giappone la filosofia zen e ha reso una abitudine quotidiana l’uso del tè. Prima di passare alla scoperta dei musei di Kyoto bisogna trovare il tempo del Castello Nijo, il quale venne costruito nel corso del 1600 ed è uno tra i più belli di quelli che il Giappone può vantare. Si è detto dei musei che si trovano nella città di Kyoto: il più importante è sicuramente il Genji Monogatari Museum, che si caratterizza per il fatto di essere un polo museale interamente incentrato su quello che è stato il primo romanzo nella storia della letteratura mondiale e la cui stesura risale al secolo XI. Un altro museo che vale la pena visitare nel corso della propria vacanza a Kyoto è il Japanese Coiffure Museum: sicuramente è uno dei musei più originali tra quelli che si possono visitare nel corso di una vacanza, visto che al centro della sua esposizione permanente vi è la storia delle acconciature del Sol Levante. E sempre parlando di tradizioni giapponesi a cui è dedicato un museo, come non ricordare il Museo della cultura delle bacchette, dove si possono ammirare ben 500 paia di bacchette, che letteralmente raccontano la storia di questo simbolo della cucina nipponica?

Dove dormire a Kyoto?

Trovare un posto dove pernottare a Kyoto è decisamente semplice e vi sono davvero sistemazioni per tutte le tasche. Per chi ama gli hotel con camere occidentali, il consiglio è quello di orientarsi in particolare, se possibile, su due strutture ricettive in particolare, ovvero l’Hotel Gimmond e l’Hotel Sakura Terrence. Se invece l’idea è quella di venir in contatto con la cultura giapponese anche nel momento in cui si decide di riposarsi, il consiglio è quello di orientarsi su degli hotel dove a dominare, sia nelle stanze che negli spazi comuni, sia lo stile nipponico. Tra le tante strutture ricettive di questo tipo dove si può decidere di pernottare nel corso di una vacanza a Kyoto si possono citare il Kamogawakan Ryokan ed il Matsubaya Ryokan.


Londra, una città incredibile

Tra le capitali europee meta dei turisti di ogni parte del mondo e che è giustamente considerata tra le realtà più importanti a livello internazionale, da un punto di vista culturale, storico, politico e finanziario, spicca sicuramente Londra, simbolo del cosmopolitismo e città incredibile, per conoscere la quale non basterebbero probabilmente settimane di permanenza.

Londra: dove si trova e qualche cenno storico

Londra, capitale dell’Inghilterra e del Regno Unito, sorge sulle rive del Tamigi, nella zona meridionale della Gran Bretagna, a poche ore dal Passo di Calais, il quale separa il Regno Unito dall’Europa Continentale. Per quanto riguarda la storia di Londra, va detto che le prime notizie, fonti storiche alla mano, sono quelle relative all’epoca della conquista da parte dei Romani. La storia di Londra è stata abbastanza complessa e travagliata, così come la storia di tutti i territori che oggi fanno parte del Regno Unito dI Gran Bretagna e dell’Irlanda del Nord. Il momento di svolta per la città fu nel corso del XIV secolo, quando anche grazie alla presenza del porto divenne una delle realtà commerciali più importanti di tutta l’Europa. L’incendio che la distrusse quasi completamente nella seconda metà dl 1600 fu l’occasione per un ripensamento di tutto ciò che la città era stata fino a quel momento da un punto di vista urbanistico e con il tempo divenne il centro economico e finanziario d’Inghilterra. Dopo la Rivoluzione Industriale arrivò l’epoca imperiale e da allora Londra ha sempre mantenuto lo status di realtà europea tra le più importanti sotto ogni punto di vista.

Cosa vedere nel corso di una vacanza a Londra?

Londra è giustamente considerata il simbolo del cosmopolitismo con le 53 diverse etnie che la popolano ed ha davvero tanto da offrire da un punto di vista culturale ed anche sociale. Un luogo da dove si potrebbe iniziare la propria scoperta della capitale inglese è Buckingham Palace, residenza della famiglia regnante. 

Nel periodo estivo si ha la possibilità di visitarne 19 stanze, anche se quello che nessun turista vuole assolutamente perdersi è ovviamente il “Cambio della Guardia”. Rimanendo in ambito “reale”, come non citare il Castello di Windsor, il più grande ed antico castello al mondo ancora abitato? Visitarlo significa immergersi appieno nella storia non solo di Londra, ma di tutta la Gran Bretagna. Facendo un salto nel presente, come non passeggiare per Piccadily Circus, la piazza più famosa di tutta la città, nota in ogni parte del mondo per la fontana installata nel 19° secolo e per l’insegna luminosa che l’ha resa una sorta di Times Square europea? E volendo dedicare ancora del tempo a quelli che sono i simboli di Londra, spostandosi da Piccadily Circus, si può andare sul Tower Bridge, uno dei ponti più importanti di tutta la città, che si trova nei pressi della altrettanto importante Torre di Londra. Dopo questo mini-tour alla scoperta di alcuni dei luoghi più importanti della città, vale la pena prendersi una meritata pausa e non c’è niente di meglio che farlo al St. James Park, che è stato il primo parco reale aperto al pubblico. La sua estensione è di circa 23 ettari e vi si possono passare momenti decisamente rilassanti. Importante storicamente è anche Hyde Park, dove oggi si svolgono prevalentemente concerti, ma che in passato è stato teatro di manifestazioni molto importanti, come ad esempio quelle del movimento delle Suffraggette ad inizio del secolo scorso. Al suo interno vi sono importanti monumenti come il Princess of Wales Memorial e il London Holocaus Memorial, che ricordano rispettivamente Lady Diana e le vittime dell’Olocausto.
Una vista a Londra non può però dirsi completa senza una passeggiata per Trafalgar Square e la scoperta dei due poli museali più importanti della città, quali la National Gallery ed l British Museum, che per la loro importanza non hanno certo bisogno di presentazioni. Infine, tra una visita a quartieri quali Nothing Hill, divenuto famoso per l’omonimo film, Soho, ovvero il “gay village” della città, e Chelsea, il quartiere dell’alta borghesia londinese, si può trovare del tempo ulteriore per visitare, in rapida successione, il Big Ben, l’House of Parliament e l’unica cattedrale in stile barocco a Londra, ovvero quella di St. Paul.

Dove dormire a Londra?

Trattandosi di una metropoli di importanza mondiale, Londra offre soluzioni per tutte le tasche per quanto concerne le strutture ricettive dove albergare. In presenza di un budget elevato, la scelta potrebbe cadere sul Griffin House Hotel, che si trova a pochi minuti da Hyde Park e che è uno degli hotel più apprezzati dai turisti stranieri. Per quanto riguarda le catene di hotel che garantiscono un buon rapporto qualità-prezzo si può sicuramente citare la Easyhotel, che come si può immaginare è controllata dal gruppo Easyjet. I prezzi sono decisamente competitivi, anche se bisogna prepararsi a stanze senza finestra. Se si cerca qualcosa di più confortevole la scelta potrebbe cadere sull’ibis London Greenwich, che ad un costo leggermente più altro offre delle camere decisamente confortevoli. Se poi la scelta dovesse cadere su un bed & breakfast, il consiglio non può che essere quello di provare a prenotare una stanza al Telegraph Hill. Il motivo? In questo modo si potrà percepire con mano lo spirito più vero di cosa voglia dire vivere a Londra.

Griffin House Hotel




Scopri questo Hotel

EasyHotel Old street




Scopri questo Hotel

ibis London Greenwich




Scopri questo hotel

L’imprevedibile Mers-les-Bains nella Piccardia

Una delle migliori stazioni balneari della Francia è rappresentata da Mers-les-Bains, un borgo particolarmente affascinante e molto apprezzato dai turisti. Partiamo insieme alla sua scoperta.

Dove si trova Mers-les-Bains

Questa incantevole cittadina si trova nella nella Somme, regione dell’Hauts-de-France, che si affaccia sulle acque del canale de La Manica al confine con la Normandia. Si tratta una delle mete più ricercati dai viaggiatori in quanto, oltre a essere un’eccellente stazione balneare, permette anche di visionare le splendide ville Belle Époque e Art Nouveau che si trovano in dirette prossimità del lungomare. Proprio per questi motivi, si tratta di una località che è tutelata dallo Stato che ne assicura una perfetta conservazione. Viene comunemente definita “Stazione verde delle vacanze” in quanto assicura divertimento tra mare e attività sportiva. Si trova non lontano dalla più famosa città di Abbeville.

Cenni storici su Mers-les-Bains

Dal punto di vista storico, questa cittadina non presenta particolari rilevanti. Trovandosi sul mare, la sua nascita si può ricondurre a quella di piccolo borgo di pescatori che pian piano si è estesa. Si ha notizia certa che diverse famiglie nobiliari si sono occupate nel corso del tempo degli affari comunali, prova ne è la presenza dello stemma di una di esse all’interno di quello cittadino. Il suo periodo di espansione inizia a metà del XIX secolo quando molte famiglie nobiliari della capitale francese incomincia a trasferirsi in questa città per passare le vacanze estive.

Cosa vedere a Mers-les-Bains

Ma cosa spinge i turisti a scegliere questa località come sede delle vacanze?

Il distretto marittimo è indubbiamente la migliore attrativa della città che viene identificato come zona protetta per il lungomare, le strade adiacenti e il centro della città, all’interno del quale sono presenti diverse ville nobiliari del XIX secolo. Il particolare che identifica questa zona della città è la miscellanea di stili e culture che si possono incontrare come quello francese, inglese, fiammingo e art nouveau.
Dal punto di vista artistico e monumentale merita di essere visitata la chiesa di Saint Martin di chiara origine bizantina e che sorge sui resti di un edificio del XVI secolo. L’interno della chiesa, caratterizzato da caratteristiche vetrate colorate, tiene in custodia due statue di legno che sono classificate nei Monumenti Storici.
Altro elemento identificativo di Mers les Bains è la statua di Notre-Dame-de-la-Falaise che sorge sul punto più alto della scogliera, dominando il mare, e che ha il compito di proteggere marittimi e pescatori.
Per chi ama le passeggiate, è possibile fare delle interessanti escursioni, ammirando punti nascosti del mare e della costa, in una zona che è stata classificata come zona protetta ZNIEFF.

Ovviamente il mare permette ai turisti di passare delle splendide giornate sulla spiaggia centrale di Mers-les-Bains, dove ci si potrà dedicare al nuoto e ad altre attività sportive.

Dove dormire a Mers les Bains

Una città dedita al turismo come Mers les Bains offre una pluralità di strutture ricettive in grado di soddisfare le diverse necessità della clientela.
Per chi vuole soggiornare in diretta prossimità del mare, un’ottima soluzione è rappresentata dal Résidence Goélia Belle Epoque, che dispone di appartamenti con angolo cottura privati e la possibilità di utilizzare una piscina coperta. Posto nel centro cittadino, ad appena 5 minuti a pied dalla spiaggia, si trova Le Paquettes, dove si può affittare un appartamento di diversa grandezza in base alle necessità di chi soggiorna. Chi ama invece la tranquillità, può scegliere il Bed & Breakfast Les Chambres d’hôte des Chtis à Le Trépo che è situato a circa 2 chilometri dalla città sulla scogliera di Tréport. Infine, se si vuole soggiornare a diretto contatto con la natura, si può scegliere il campeggio Flower Camping Le Rompval, una struttura a misura d’uomo dove è possibile trovare ogni comfort, pulizia e relax.

Matera: Semplicemente fantastica

Che si decida di partire per una vacanza o per un week end, Matera rappresenta una meta ideale per coniugare la bellezza del paesaggio con la cultura storica. La città, capoluogo della Basilicata, sembra quasi un luogo d’altri tempi, dove il tempo non è mai passato e si ritrovano ancora le antiche costruzioni del passato e le tradizioni mai dimenticate. Chiese, parchi e cripte si intrecciano per regalare al visitatore un’intensa esperienza in cui è impossibile annoiarsi. La prima cosa che si deve ammirare entrando nella città di Matera è il centro urbano, caratterizzato dai celebri Sassi.

I Sassi di Matera, patrimonio dell’Unesco

Il tratto più caratteristico della città di Matera sono le sue splendide costruzioni antiche che arricchiscono il centro storico. Queste singolari abitazioni prendono il nome di Sassi, e si trovano in diversi rioni. Nel 1993, sono entrati a far parte del Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco, in quanto sono l’espressione di una civiltà antica e di un ecosistema innovativo. I Sassi di Matera sono definiti paesaggio culturale e si tramandano intatti da epoche lontane, sin dal periodo paleolitico. A Matera si respira un’atmosfera che rievoca il passato e lascia senza parole i turisti in cerca di emozioni e luoghi affascinanti di interesse storico-culturale.

Le Chiese di Matera: un prezioso archivio di architettura antica

Tra le costruzioni di più antica costruzione, a Matera, si possono ammirare le stupende chiese presenti in tutta la città. Una visita alla Chiesa rupestre di Santa Lucia alle Malve, nel cuore della città, è una tappa obbligata se non si vuole perdere una delle attrazioni più interessanti di tutto il luogo: ricavata all’interno della roccia calcarea conserva la bellezza dei suoi affreschi risalenti al XII-XVII secolo e lo splendore inalterato del Monastero femminile dell’Ordine benedettino. Altre chiese rupestri, patrimonio storico e religioso della città, sono: la chiesa di Santa Maria de Idris, il Convicinio di Sant’Antonio, che comprende ben 4 chiese e la chiesa di Santa Barbara. Tra tutte le costruzioni religiose spicca la Cattedrale di Matera, del XIII secolo, che sita in cima alla città, regala ai suoi visitatori la splendida visuale di tutta Matera e, internamente, affreschi dal grande valore storico e artistico.


Scopri le Offerte su Agoda.it

Luoghi dal fascino storico da non perdere

Alla scoperta di Matera: tra le cose più belle da vedere ci sono la Cripta del peccato originale di Matera, una cavità naturale affrescata con stile benedettino ancora oggi intatta, e la Casa Grotta di Matera, nel quartiere del Sasso Caveoso, che riproduce l’abitazione tipo del contadino di un tempo. E ancora: il Palombaro, cisterna sotto Piazza Vittorio, il Museo di scultura contemporanea Musma e tutti i parchi naturali ricchi di verde, flora e fauna. Zone protette che conservano le tracce dell’antichità che ha caratterizzato Matera.


Scopri le Offerte su Agoda.it