Alla Scoperta di Verona: luoghi da Visitare interessanti e curiosi

Verona è una delle città da visitare, soprattutto in buona compagnia. Tanti luoghi particolari e unici, delle vere chicche all’interno di una città che trapela cultura in ogni angolo.

I LUOGHI DI ROMEO E GIULIETTA

Verona famosa per aver ispirato la storia d’amore più celebre di tutti i tempi. Rivivi le passioni di Romeo e Giulietta nei luoghi immortali che hanno fatto da scenario alla loro storia: la casa di Giulietta e il famoso balcone, la casa di Romeo e la tomba dei due amanti nel convento di frati cappuccini, dove si conclude la tragedia.

L’ARENA DI VERONA

Oggi palcoscenico di importanti spettacoli musicali, la suggestiva Arena è uno dei più maestosi anfiteatri romani insieme al Colosseo di Roma. In pietra veronese, fu costruito per ospitare più di 30000 spettatori durante i combattimenti fra gladiatori.

PASSEGGIARE NEL CENTRO STORICO

Per unire shopping e cultura, potrai divertirti nelle piazze di Verona, curiosando tra i mercati e i palazzi storici. Piazza delle Erbe è il ritrovo dei veronesi nei giorni del mercato, dove potrai scambiare quattro chiacchiere e trovare di tutto e di più, oppure riposarti con un aperitivo. Nella Piazza dei Signori invece era un tempo concentrato il potere amministrativo della città: arcate e palazzi monumentali circondano la piazza, dove si erge la statua di Dante Alighieri, che si rifugiò a Verona durante l’esilio. Sali qui sulla Torre dei Lamberti per osservare il panorama dall’alto. Piazza Brà è invece una delle più grandi d’Europa ed è impreziosita dal lastricato rosa dell’anfiteatro romano.
In questi luoghi sono concentrati tantissimi palazzi e monumenti che ti riempiranno di cultura. Una chicca più insolita è la libreria antiquaria Perini, dove tornerai bambino tra stampe pubblicitarie e fumetti.

VERONA SOTTERRANEA

A qualche metro di profondità, vicino Piazza dei Signori e Piazza delle Erbe, scendi per visitare antichi resti della città: tombe, mosaici, case… un percorso molto suggestivo.

CONCLUDERE IN BELLEZZA

Nulla di più romantico sarà passeggiare al tramonto su uno dei sette ponti di Verona, sopra l’Adige, che divide in due la città.



Booking.com

Alla ricerca di luoghi particolari a Treviso

CITTA D’ACQUA E D’ARTE: ECCO TREVISO

Treviso viene considerata da molti turisti italiani e stranieri la classica meta della domenica pomeriggio, nella quale, tuttavia, si possono apprezzare molti luoghi di interesse. Città d’acqua è d’arte, Treviso è un luogo ideale per passeggiate ed escursioni in un paesaggio caratterizzato da un connubbio di opere architettoniche e natura, passando dalla Piazza dei Signori ed arrivando fino al Duomo della città, e godendosi la vista delle splendide mura che la circondano e dei canali che la attraversano, come il Canale dei Burnarelli ed il Canale Cagnan. L’insolita presenza fluviale in questa città culmina nella caratteristica Pescheria, un’isola di dimensioni ridotte famosa per il mercato del pesce.

PIAZZA DEI SIGNORI

Nota per essere il cuore della città, Piazza dei Signori è storicamente importante per aver ospitato le riunioni comunali nel Palazzo del Trecento, che erano composte, appunto, da trecento persone. Il Palazzo del Trecento si prolunga nel Palazzo del Podestà, del quale è famosissima la torre del Comune, di un’altezza pari a 48 metri.

LA PESCHERIA E LA PORTA DI SAN TOMMASO

Proseguendo la visita in questa splendida città, potrai ammirare, a poca distanza dalla Piazza dei Signori, la Pescheria, nota per la vendita del pesce, grazie anche all’intensa ed insolita presenza di canali derivanti dalle diramazioni del fiume Sile, che attraversano il centro della città. Tra questi canali merita particolare considerazione il Canale Cagnan, su cui sorge il Ponte di San Francesco. Attraversando il Ponte di San Francesco potrai raggiungere la Porta di San Tommaso, una costruzione veneto-lombardesca caratterizzata da una facciata decorata da trofei di armi e stemmi ed un leone al centro del monumento. Questa porta è famosa dal punto di vista architettonico per essere la più elaborata delle tre porte presenti nella città.

LE MURA DI TREVISO

Da Porta San Tommaso potrai ammirare la bellezza delle mura di Treviso. Costruite nel corso del sedicesimo secolo come struttura difensiva contro gli attacchi di Venezia, queste mura furono integrate con un sistema idraulico che consentiva l’allagamento delle campagne circostanti attraverso lo sfruttamento dei canali circostanti, garantendo una maggiore difesa alla città.

IL DUOMO E LA CHIESA DI SAN NICOLO’

Proseguendo la tua visita a Treviso, raggiungerai finalmente il Duomo, nel quale è presente un famosissimo dipinto del Tiziano dal titolo L’annunciazione. Il Duomo è sorto sulle fondamenta di un tempio paleocristiano, del quale restano delle tracce in via delle Canoniche. La Chiesa di San Nicolò, poco distante dal Duomo, è una maestoso edificiò ricco di affreschi e scandito da 12 pilastri. Si tratta della seconda chiesa per importanta della città.

Padova: splendida e romantica

Alla scoperta di Padova: cosa vedere curiosità

Un detto popolare dice che Venezia è bella e che Padova è sua sorella, quindi da questa città puoi aspettarti solo belle attrazioni che ti faranno pentire di non averle visitate prima.

La più bella e importante è sicuramente la Cappella Degli Scrovegni, luogo di raccolta del ciclo di affreschi più importanti del mondo dipinti da Giotto.
Questi dipinti sono stati commissionati al famoso pittore da parte di Enrico Scrovegni, uomo talmente malvagio da guardagnarsi un posto all’inferno nella Divina Commedia di Dante: era infatti un temuto banchiere ed usuraio senza scrupoli.

Un altro luogo degno di visita è sicuramente la basilica del patrono della città: Sant’ Antonio o più comunemente chiamato dai padovani “Il Santo”.
Qui sono infatti ospitate le sue reliquie e per questo è un continuo via vai di pellegrini in cerca di una grazia.
Se capiti a Padova il 13 Giugno non puoi assolutamente perderti la processione in suo onore, un suggestivo evento durante il quale vengono portati in giro per la città la sua statua e il suo mento.

Se hai ancora voglia di suggestioni religiose puoi recarti al Battistero di Padova: appena rivolgerai gli occhi verso il soffitto il tuo sguardo verrà accolto da centinaia di figure celesti che circondano Gesù Cristo.
Questo magnifico affresco è un’opera di Giusto dè Menabuoi.

Altro simbolo di Padova è anche il Prato della Valle, un’immensa piazza che si estende per oltre 88000 mq: per via della sua dimensione è una delle piazze più grandi d’Europa.
Venne commissionata dal podestà Memmia, a cui è stata dedicata il nome dell’isola centrale che caratterizza questo luogo.
Intorno all’isola è presente una serie di 78 statue numerate appartenenti a personaggi illustri.
In epoca medievale questa piazza era luogo di eventi pubblici come feste o fiere, ma è anche stata teatro del martirio dei santi Daniele e Giustina (sono altri patroni di Padova).
Attualmente potrai visitare il Prato della Valle a piedi oppure in bici godendoti tutta la sua bellezza.

Se ami l’arte puoi recarti ai Musei Civici, dove sono state raccolte opere d’arte di epoca pre-romana, egizia, ma anche medievale e moderna.
Il capolavoro più importante è senz’altro il crocifisso di Giotto, un tempo ospitato sull’altare della Cappella degli Scrovegni.
Vi sono anche numerose opere di pittori veneti come il Tiepolo, Boccaccini, Tintoretto e Veronese.

Se ami l’arte puoi recarti ai Musei Civici, dove sono state raccolte opere d’arte di epoca pre-romana, egizia, ma anche medievale e moderna.
Il capolavoro più importante è senz’altro il crocifisso di Giotto, un tempo ospitato sull’altare della Cappella degli Scrovegni.
Vi sono anche numerose opere di pittori veneti come il Tiepolo, Boccaccini, Tintoretto e Veronese.